Cosa sapere sulla licenza dei walkie talkie: info

Al giorno d’oggi, l’utilizzo dei walkie-talkie sta diventando sempre più popolare e diffuso, soprattutto in alcuni settori e ambiti ben precisi. Per alcuni decenni, le radio bidirezionali sono state utilizzate per la comunicazione su brevi distanze, ma in certi casi anche su lunghe distanze.

Nella gran parte dei casi, una radio è munita in sostanza di due manopole rotanti che a volte sono come delle piccole chiavi che sono posizionate sul davanti dell’apparecchio stesso Le funzioni principali di un walkie talkie riguardano l’interruttore di regolazione del volume e quello del canale che consente di collegarsi a una certa banda di frequenza per comunicare con una o più persone. Di solito un buon walkie talkie di qualità è munito di almeno 5 o 6 canali e si tratta di una frequenza fissa alla quale un segnale viene inviato da un altoparlante e viene ricevuto da un ricevitore.

Questi apparecchi sono dotati di un grande pulsante sul lato sinistro della radio, che è conosciuto con il nome di pulsante PTT (push to talk), grazie alla quale viene trasmessa la chiamata. Il vantaggio della comunicazione resa possibile con i walkie-talkie è che è molto veloce e comoda da usare. Nel momento in cui si utilizza un telefono cellulare, la persona da chiamare occorre trovarla tra i contatti, mentre in un walkie talkie occorre collegarsi prima a una specifica rete per poter permettere la comunicazione stessa.

Serve una licenza per usare un walkie talkie? Facciamo chiarezza

I walkie-talkie sono molto utilizzati oggi ad esempio ​​in vacanza ma anche per scopi ricreativi. In questi casi, ci sono spesso dei modelli di walkie talkie in vendita che non hanno bisogno di una licenza per poter essere utilizzati e che operano su sette o otto frequenze libere che ogni persona può usare, e questi tipi di walkie talkie fanno uso della banda cosiddetta PMR (446 MHz).

Questi modelli di walkie-talkie sono quindi privi di licenza, per cui non è necessario richiedere una licenza all’Agenzia delle telecomunicazioni per poterli utilizzare, e la loro massima potenza di trasmissione è pari a 0,5 watt, che non è molto elevata. Ad esempio, se si intende utilizzare questi apparecchi senza autorizzazioni nelle zone urbane, allora occorre tenere presente che la portata delle radio è inferiore a 1 chilometro.

Il vantaggio principale dei walkie talkie senza licenza riguarda il fatto che sono degli apparecchi molto convenienti e con cui puoi comunicare con chiunque si trovi sul tuo medesimo canale. Tuttavia, c’è anche da dire che questo rappresenta al tempo stesso anche uno svantaggio dei dispositivi di ricetrasmissione che sono esenti da licenza. Molte persone possono fare uso ad esempio degli stessi canali, e questo può quindi creare poi dei problemi di comunicazione e delle interferenze di un certo tipo durante la comunicazione stessa, anche se il vantaggio è quello di potersi collegare a tutti i canali disponibili che si desiderano.

Se invece la portata massima del walkie talkie senza licenza non è sufficiente, allora è possibile utilizzare dei dispositivi di ricetrasmissione che si possono utilizzare però solo dietro autorizzazione e che sono di tipo professionale.

Per usare un walkie-talkie di questo tipo quindi è necessario disporre di una licenza che si può chiedere e ottenere solo dall’Agenzia delle telecomunicazioni. La portata di un walkie talkie da usare con licenza può arrivare anche a diversi chilometri e c’è il vantaggio he non ci sono delle interferenze eventuali da altre persone che potrebbero ostruire la comunicazione stessa.

La preferenza di acquisto di un walkie talkie con o senza licenza dipende essenzialmente dalle proprie necessità e dal motivo per cui intendete acquistare un certo tipo di apparecchio di questo genere, oltre che anche dal contesto in cui pensate di usarlo.

Fin da piccolo la scrittura è stata per me un rifugio e una passione. Adesso è diventata il mio lavoro.

Sempre attento a quello che scrivo e a come lo scrivo, ho avuto la possibilità di crescere professionalmente nel mondo delle parole, ma senza dimenticare il motivo per cui ho iniziato a scrivere: non solo amore ma autentica necessità. Scrivo di elettronica e apparecchi digitali, argomenti per cui ho sempre avuto molto interesse.

Back to top
menu
sceltawalkietalkie.it